Olio in Latta biologico "La Valle" - Market Sgrò Prodotti tipici Calabresi online

Kg
Peso
Vai ai contenuti






Prezziario





- Olio in Latta da lt1 € 10,50
- Olio in Latta da Lt 5 € 49,90











L'uliveto e il nostro Olio
Azienda Agricola "La Valle"
  
La particolare qualità del nostro olio è data dalla sapiente unione delle olive di diverse qualità presenti nella nostra azienda. L'utilizzo di tecniche di raccolta, spremitura e stoccaggio tradizionali consente di offrire ai nostri clienti un prodotto genuino e dagli intensi sapori.
Gli ulivi che popolano la nostra azienda sono per lo più di varietà "Ottobratica", "Tonda" e "Carolea".

Il nostro Olio
L'Olio prodotto presso l'azienda "La Valle" si ottiene dal frutto dell'olivo soltanto mediante processi meccanici o altri processi fisici, con condizioni termiche inferiori ai 27°C che non causano alterazioni dell'olio stesso
Le olive non hanno subito alcuni trattamento diverso dal lavaggio, dalla decantazione, dalla centrifugazione e dalla filtrazione.

Profilo Organolettico
Colore: giallo dorato velato.
Profumo: frutto delicato, vigoroso e persistente con spiccate note di erba fresca, sentori di cardo selvatico, mela golden matura e delicati toni di sottobosco.
Sapore: ben equilibrato con leggeri toni di amaro e piccante più pronunciato. Chiude con un sentore di erba di campo, verdure e piccoli frutti rossi; armonico ed elegante, delicato nei toni di frutta matura e secca su base erbacea. Amaro e piccante contenuti ed equilibrati che chiudono in mandorla dolce.
Aspetto: velato.
Impiego: a crudo su tutto.

Le varietà
L'Ottobratica è la qualità qulla più diffusa nella nostra azienda, detta tale per la maturazione ideale del frutto che si ottiene nel mese di Ottobre. Ha la caratteristica d avere un albero di vigore elevato e portamento assurgente, con foglia di forma ellittica, di media larghezza e dal colore verde intenso. Il frutto ha forma ovoidale, calibro piccolo (1,6 gr.), di colore nero vinoso, ed è destinato alla produzione di olio con una produttività elevata ed alternante ed una resa che si aggira intorno al 18%.
Si tratta della varietà da olio maggiormente diffusa sul versante tirrenico delle provincie di Reggio Calabria e Vibo Valentia.  
Una ricerca effettuata da docenti universitari della Facoltà di Agraria di Reggio Calabria, studiosi del settore e affermati ricercatori, pubblicata dalla autorevole Rivista Italiana delle Sostanze Grasse del bimestre Luglio/Agosto 2000, conclude il suo lavoro affermando che l’olio da “Ottobratica” presenta peculiarità compositive di grande rilevanza che ne permettono una apprezzabile conser-vazione nel lungo periodo.
Rilevante nella ricerca effettuata è il dato relativo al valore medio dei polifenoli e dei tocoferoli (antiossidanti) contenuti nell’olio da “Ottobratica”, che costituiscono una componente considerevole dell’apporto vitaminico (Vitamina E antios-sidante) indispensabile nella nostra alimentazione quotidiana.
Anche la varietà "Tonda" presenta alberi dal fusto imponente, è caratterizzata da una maturazione tardiva (fine novembre). L'oliva grossa, dal peso di 4-6gr ha un colore che varia da verde a nero e presenta una forma sferoidale ma leggermente asimmetrica. La produttività è elevata ed alternante e dalla buona resa, pari a circa il 18-20% con una produzione di olio dal sapore lievemente fruttato.
La varietà "Carolea" si presenta acnh'essa con alberi di grandi dimenioni e chioma mediamente folta. L'oliva appare simile in forma e colore alla qualità "tonda". La produttività è elevata e continua, con una resa elavata pari a circa il 20-25%.
La raccolta
La raccolta è una delle fasi più critiche della produzione dell’olio perché se le olive rimangono a lungo sui rami o peggio ancora cadono a terra per “cascola” naturale, la qualità dell’olio che ne deriverà sarà definitivamente compromessa. Per ovviare a questi inconvenienti si procede alla raccolta durante la fase dell’invaiatura (ottobre-novembre) quando l’oliva da verde tende a diventare rossa. La raccolta è effettuata direttamente dalle piante, attraverso la cosiddetta abbacchiatura.
Le olive così raccolte vengono, trasportate in cassette fessurate ed immediatamente, avviate al processo estrattivo, tramite il quale si ottiene l’olio extravergine.

Il processo di lavorazione
Lavaggio: le olive, tramite un’apposita attrezzatura(la defogliatrice), vengono dapprima defogliate, poi, poste in una lavatrice idropneumatica che garantisce la completa rimozione di qualsiasi corpo estraneo.
Frangitura: le olive lavate vengono frante con un frangitore (a martelli e griglie) in acciaio inox a basso numero di giri ottenendo così una pasta d’olive.
Gramolatura: con questa operazione, la pasta ottenuta dalla frangitura viene mescolata in modo continuo ed ad una temperatura massima di 27 gradi per un tempo compreso tra i trenta e i cinquanta minuti, a seconda del grado di maturazione delle olive ( si parla di spremitura a freddo proprio perché la temperatura è compresa tra 23 e 27 Gradi). Scopo della gramolazione è quello di favorire la rottura delle emulsioni acqua-olio formatesi durante la frangitura e consentire la fusione, per coalescenza, delle goccioline d’olio in gocce sempre più grandi in modo da agevolare la successiva separazione, per centrifugazione, di olio, acqua di vegetazione e sansa.
Estrazione e separazione: trascorso il tempo necessario per la gramolazione, la pasta viene aspirata attraverso una pompa ed immessa in una macchina centrifuga, detta decanter o estrattore, nella quale viene separata nei tre elementi che la compongono, ovvero olio (che in questa fase viene detto mosto), acqua di vegetazione e sansa. Il decanter separa la fase liquida della pasta da quella solida sfruttando l’altissima velocità e il diverso peso specifico delle varie fasi da separare. L’olio mosto, avviato, poi, al separatore, è sottoposto ad un ulteriore processo di separazione per eliminare eventuali residui di acqua di vegetazione e di altre impurità; le acque di vegetazione, dopo un ulteriore passaggio in un separatore per estrarre l’olio (nella misura max del 2%) in esse ancora contenuto, vengono convogliate in una apposita vasca esterna, destinata alla loro raccolta, ed in seguito, conformemente a quanto previsto dalla legge (legge n. 574 del 11/11/96 e succ. modif.).
Stoccaggio: alla fine delle processo descritto, l’olio ottenuto viene stoccato in silos di acciaio (AISI 304). Questa fase è particolarmente importante, poiché la lenta e NATURALE decantazione rende possibile da una parte, il deposito sul fondo di impurità (morchia), tempestivamente rimosse, e dall’altra, il miglioramento qualitativo del prodotto.
Il Confezionamento: Solo dopo la fase di naturale decantazione, della durata di circa tre mesi, l’olio viene confezionato e commercializzato. Il confezionamento avviene in locali adibiti esclusivamente a tale operazione, utilizzando sia bottiglie di vetro che lattine, nel pieno rispetto delle norme volte a garantire l’igienicità del prodotto nonché preservarne le qualità organolettiche.
Torna ai contenuti